Cerca nel blog

venerdì 2 gennaio 2009

Il viaggio di Dante è verso la felicità

“Nel mio romanzo in uscita a gennaio, “Les Voyageurs du Temps”, il narratore si ritrova nella chiesa di San Tommaso d’Aquino, nel 7mo arrondissement di Parigi. Tutto è triste, trascurato, grigio, senza speranza. Ha allora l’idea barocca di convocare san Tommaso stesso, quale appare nel “Paradiso” di Dante”. Con lui il narratore fa un viaggio verso la felicità, e l’autore Philippe Sollers con loro. Nello speciale del “Nouvel Observateur” intitolato À la poursuite du bonheur, Sollers apporta questa scoperta, che il viaggio di Dante, "musicista del pensiero", è verso il paradiso: “È un’esperienza storica e fisica, una esplorazione delle radici del tempo. Il 14 aprile 1300, d’improvviso, è più prossimo a noi che la confusione mondializzata dell’inizio del XXImo secolo. All’indomani di tante catastrofi, la felicità del paradiso è un’idea nuova sul pianeta…"
http://hebdo.nouvelobs.com/hebdo/parution/p2303/dossier/a391534-eden_caché.html
Philippe Sollers, Les Voyageurs du Temps, in "Le Nouvel Observateur", 24 dic.-7 feb.

Nessun commento: