Cerca nel blog

giovedì 24 agosto 2017

Il Nuovo Modello Fiat

Arriva Marchionne e si scopre la Fiat. Non un genio della finanza, giusto uno che ne capisce, bastava poco. Che la Fiat si poteva compare Chrysler coi soldi della Chrysler. E che la Fiat aveva un tesoretto che non sapeva di avere. Vari tesoretti.  Per mettere in valore la Ferrari. La Cnh. Ora Maserat e Alfa Romeo. E perfino Magneti Marelli. Per nn dire di Jeep.
Tutti miracoli, in certo senso. Chrysler in mano a Mercedes stava portando al falimento la Mercedes stessa. Jewep iin mano a Renault era solo un peso morto. Ma Marchionne non ha fatto nessun miracolo, ha solo msso in pratica una conoscenza minima del mercato.
Liberati dall’avvocato Agnelli, che tutto aveva confidato a Romiti, la famiglia Agnelli-Exxor finalmente gongola, dopo il fallimento incombente, e incassa, decine di miliardi di euro di sopravvenienze. Dopo trent’anni di bilanci stentati, fatti con svednite dei gioielli, mentre il core business automomotive andava in sfacelo.
Si misura l’abisso tra il vecchio capitalismo Mediobanca, di cui Romiti era il guardiano a Torino, con le Gemina, le Rcs e altri bilancini ragionieristici, e un minimo d’intelligenza economica. Il Nuovo Modello di sviluppo, di cui l’Avvocato si dilettava, era così semplice.

Nessun commento: