Cerca nel blog

domenica 10 settembre 2017

Il santo è buono se spiritoso

Estrapolato dal “Viaggio in Italia”, 1787, e rimpolpato come saggio a parte nel successivo “Philipp Neri, der humoristische Heilige”, 1810. Goethe era anche esoterico, e un po’ “illuminato”, come il suo amico romano Tischbein. Delle religione fu più vicino al cattolicesimo. Nel viaggio in Italia, dove disse “come sono contento ora di addentrarmi completamente nel cattolicesimo e di conoscerlo in tutta la sua vastità!”, e anche dopo. Pur non apprezzando reliquie e santi. Con un’eccezione, Filippo Neri, il santo toscano dei ragazzi e dei poveri a Roma, di cui apprezzava l’umorismo.
Johann Wofgang Goethe, Il santo spiritoso, EDB, pp. 64 € 8,50



Nessun commento: