Cerca nel blog

venerdì 28 settembre 2018

Se la fedeltà di Totti è zavorra

La “fedeltà eterna” di Totti è costata caro alla Roma? Era la convinzione del direttore sportivo Franco Baldini: il passaggio al Real Mdrid, che ci teneva, avrebbe creato un tesoretto utile al club giallorosso, l’attaccamento di Totti alla maglia fu interpretato come un gran rifiuto. Non dalla famiglia Sensi, allora padrona del club, cui Totti è rimasto legato, ma sì dalla dirigenza, e da un paio di allenatori, forse Capello, sicuramente Spalletti.
Sembra remoto il giorno, nemmeno un anno e mezzo fa, in cui l’addio di Totti al calcio fu una sorta di tragedia capitolina. Un ricordo da annale, con monumenti e feticci, per molti tifosi e molte famiglie. Nel suo libro “Io capitano” Totti ha scelto di dire la verità. Il calcio è ormai spettacolo più che passione. Si forma un cast e si gioca un torneo che si spera avvincente. Ma per farlo bisogna molto comprare e vendere, la fedeltà non è un bene.

Nessun commento: