Cerca nel blog

lunedì 7 gennaio 2019

Cronache dell’altro mondo 22

Chiunque negli Stati Uniti, anche un ragazzino, anche un pazzo, può comprarsi liberamente armi micidiali, anche un arsenale di armi.
Ogni anno 40 mila persone muoiono sparate, singolarmente e in stragi collettive, senza motivo negli Stati Uniti.
In quella che è probabilmente l’ultima intervista curata da Anna Maria Speroni, intelligente, Jacqueline Bisset su “Io Donna” spiega #metoo, una “campagna delle ricche e famose”, pubblicità gratuita, e che basta non salire in camera d’albergo col produttore o il regista alle due di notte, non vestite da prostitute, non su di giri – “Weinstein era una star”, circuito da tutti a Hollywood.
Si fa il conto della non-liberazione dell’Afghanistan. Duemila miliardi di dollari, solo per gli Stati Uniti, con una spesa corrente di 45 miliardi l’anno. Un impegno militare diretto americano che è arrivato a 100 mila effettivi per molti anni, e ora è di 17 mila effettivi, con 2.500 morti. Più le spese e le truppe dei “volenterosi”, Germania e Italia in testa. Per lasciare il paese agli stessi Talebani che lo controllavano all’inizio della guerra liberatrice, nel 2002.

Nessun commento: