Cerca nel blog

mercoledì 15 giugno 2022

Le ore felici di Zelda e Scottie

Ospiti in Europa dei Murphy, Gerald e Sara, negli anni 1920 ancora felici, non intossicati dal presunto fallimento di Scott come scrittore, Tomkins ricostruisce quei momenti, con plurimi dettagli. E dalle testimonianze e le corrispondenze, specie con Sara, trae anche notevoli spunti ciritici, di come Scott Fitzgerald pensava l’arte del romanzo – a differenza, per esempio, di Hemingway.
Scott Fitzgerald è divenuto un grande scrittore postumo, benché pubblicato in vita, per il riconoscimento insistente di Hemingway e altri amici. “Tenera è la notte”, cui pure teneva più che agli altri tre suoi romanzi,  lui stesso considerava un romanzo fallito, dopo le disattenzioni e le stroncature critiche, e lo riscrisse – in una versione che tutti giudicano peggiorata (quando morì, nel 1940, il romanzo non era più in stampa).
Calvin Tomkins, Living well is the best revenge, “The New Yorker”, 28 luglio 1960, free online
x

Nessun commento: