Cerca nel blog

venerdì 23 settembre 2022

Musica vera in tv

Con i successi d’annata, dei buoni vecchi tempi, e un po’ di Brasile per finire, in duo, nel mezzo tanto jazz, tanta classica, e qualche verità semplice – ieri, in poche e precise parole, il concetto di empatia: il contatto che si stabiliva in antico tra attori e pubblico alle tragedie greche. Il tutto in venti-venticinque minuti. Niente in confronto alle serate interminabili dedicate dalle tv alle canzoni, che però lascia il segno, è musica vera.

Ogni sera sorprese, sempre rinnovate, in questo mini-show – minimo anche lo studio – ora al secondo anno. Ieri sera Sollima e Brunello in duo, violoncellisti scatenati, in due pezzi di grande difficoltà tecnica, e le improvvisazioni e i contrasti dei cantastorie toscani, che il pianista ha tirato fuori dal cilindro della sua vita fiorentina. Bravo anche negli stornelli: Bollani è un performer strepitoso, forte della maestria pianistica, talmente versatile da sembrare connaturata – non ha cinquant’anni ma ha cinquanta album, da solista (una quindicina con Enrico Rava).

Stefano Bollani-Valentina Cenni, Via dei matti numero zero, Rai 3, RaiPlay

Nessun commento: