Cerca nel blog

mercoledì 7 aprile 2021

Se il colpo di Stato è virale

Un articolo gonfiato a libro. Per dire in trecento e passa pagine che i vaccini sono “acqua sporca”. E che il Covid è la Covid, una cospirazione - il solito complotto ebraico, delle “lobby economiche e farmaceutiche che sono tutte in mano loro” (“vogliamo dire chi comanda nel mondo? Comandano gli ebrei!”). E giù “una strategia del terrore”.
Uno penserebbe “strage di Stato” le inefficienze dell’Italia, del sistema sanitario lasciato a marcire per fare spazio all’arricchitevi dei medici. Ma Bacco, esponente di primo piano di CasaPound al suo paese, a Salerno, è medico, nutrizionista. Giorgianni, giudice di Corte d’Appello a Messina, prossimo alla pensione, anima con la sua associazione Eretico da alcuni mesi una serie di esposti e denunce in tutte le sedi, nazionali – è stato anche in Parlamento – e europee, conto i Dcpm e contro i lockdown  in generale. Nei quali vede un complotto. “Non siamo negazionisti”, si difende, al contrario: “Questa pandemia serviva per realizzare un colpo di Stato globale”, di cui fanno parte anche i morti. Per deprivare e asservire i più. Contro i piccoli imprenditori, cioè, contro  la stabilità della società. Colpo di Stato la pandemia, colpo di Stato i Dcpm, colpo di Stato i vaccini. Personalmente, dice il giudice, non sono no-wax, ma non mi vaccino.
Nessuna meraviglia, il giudice Giorgianni e il dottor Bacco non sono soli. Non fosse per la prefazione simpatetica di Nicola Gratteri, giudice di fede Pd - doveva essere ministro della Giustizia nel governo Renzi, non lo volle Napolitano. Tra destra e sinistra non c’è più religione?
Una prefazione breve – un atto di amicizia con Giorgianni? – quella di Gratteri, due cartelle centrate su quello che da tempo si sa, sulle truffe nei dispositivi antivirus e sul riciclaggio mediante acquisti a mano bassa nei fallimenti a catena, ma quanto basta per essere richiamato in copertina quasi co-autore, e compiacente. È di questo che si discute, della prefazione diffusa dal “Foglio”. È su di essa che si basano le polemiche, il libro è praticamente introvabile in libreria (le Feltrinelli naturalmente lo hanno preso), ha distribuzione incerta.

Pasquale Bacco-Angelo Giorgianni, Strage di Stato. Le verità nascoste della Covid-19 , Lemma Press, pp. 368 € 20

Nessun commento: