Cerca nel blog

martedì 29 maggio 2018

La favola del Real Madrid

Incantati da Bale, orgogliosi di Ronaldo, entusiasti del Real Madrid, che sempre vince, non si legge altro sui giornali italia. Che allora scednono da Marte? Come ha vinto non interessa, che invece è la parte inquietane.
Come non vedere l’arbitraggio dell’ignoto Mazič a favore del Real Madrid. Nel caso di Ramos contro Salah e dopo? E la non-incapacità, da comiche semmai, comprese le finte lacrime poi, del portiere Karius – bene o male in forza al Liverpool. La mancata sostituzione dello stesso?  Non c’è sport, c’è business.
Il tutto condito – ironicamente – dal milanista Canale 5 con l’ineffabile madridista Sacchi. Uno che il Real Madrid fece direttore generale nel 2005, per organizzare una difficile eliminatoria in Coppa contro la Juventus – lo licenziarono subito dopo l’eliminazione.
Il Real Madrid può beneficiare dell’anti-juventinismo. Per questo forse tutti si congratulano. O Florentino Peres ha castelli in Spagna per tutti, non solo per gli arbitri e la Uefa? Non può essere. Ma come non vedere tutta una serie di arbitraggi, almeno quattro di seguito in questa Coppa, a favore del Madrid, contro il Bayern e contro il Liverpool, oltre che contro la Juventus. Due su tre di fila assicurati contro ogni regola  dallo stesso arbitro, il turco servizievole Čakir, gli altri da giovanotti grati a Collina. Il dominus dell’affare.
Cinque arbitri pro Real con quello abissalmente schierato di Roma-Liverpool contro la squadra romana. Il Real Madrid non voleva la Roma in finale, meglio il Liverpool, al quale bastava azzoppare Salah, come è stato fatto.

Nessun commento: